EDIZIONI

Edizioni - Collana di studi della Fondazione Federico Chabod
Storia, Nazione, Europa

Gli anni della svolta. La valle d'Aosta fra tradizione e modernità (1900-1922)

Il volume raccoglie gli atti della giornata di studi tenutasi ad Aosta in occasione del centenario della nascita di Federico Chabod e di Natalino Sapegno. I contributi raccolti indagano sulle trasformazioni che investono la Valle nei primi vent’anni del secolo, gli anni della formazione giovanile dei due maggiori studiosi valdostani, quando una regione povera e periferica, legata a una millenaria economia agro-pastorale, diviene un centro turistico e industriale. Il volume si interroga in particolare sulle implicazioni di questa modernizzazione, in larga misura proveniente dall’esterno, e su come essa abbia trasformato la società valdostana, la sua composizione sociale, le attività produttive, le dinamiche politiche, le forme di associazionismo, le scelte linguistiche e culturali. Un contributo alla conoscenza di uno dei periodi più significativi della storia della Valle d’Aosta, per comprendere meglio un momento importante della formazione di Chabod e di Sapegno.

Indice

Marco Cuaz, Introduzione

Bruno Germano, Chabod e Sapegno compagni di liceo
Marco Cuaz: Le sfide della modernità
Tullio Omezzoli: Una passione clericale. Don Stévénin e gli altri preti democraticiGianna Bonis: Anselme Réan: un difficile percorso fra tradizione e modernità
Enrico Camanni, “L’età di mezzo” dell’alpinismo
Sandra Barberi, La scoperta dell’etnografia: da Cerlogne a Brocherel
Simona D’Agostino, La storiografia valdostana nel primo Novecento
Elio Riccarand, Alle origini del fascismo in Valle d’Aosta
Marco Scavino, Democratici e socialisti alla vigilia della guerra
Stuart J. Woolf, Gli anni della svolta. Conclusioni